Cos’è la Primal

Era il 1970 quando Janov irruppe sulla scena della psicologia internazionale con una nuova forma di psicoterapia che si presentava come la panacea di tutti i disagi psicologici, in quanto, a suo parere, riusciva a modificare le radici profonde delle nevrosi.
Janov divenne così il fondatore della “Primal scream therapy” ( Terapia dell’urlo primario), pubblicando il libro “The Primal Scream”, nel quale affermò che i disturbi mentali possono essere curati tramite una terapia che comporti l’espressione di vissuti legati all’infanzia.

Janov sosteneva che l’uso della voce attraverso l’urlo primordiale o primario, riconducendo alle origini, porta l’individuo che lo compie a ricongiungersi, in una sorta di rinascita, con la propria psiche liberandola dalle proprie paure e traumi attraverso l’esternazione di rabbia ed emozioni.

La sua ‘terapia primaria’, nella quale i pazienti sono invitati a rivivere ed esprimere  i sentimenti repressi, negli anni ’80,  fu messa seriamente in dubbio da parte del mondo accademico. Janov si rende conto dell’importanza del potere dell’amore ( Il potere dell’amore. L’azione dell’affetto materno sullo sviluppo psicofisico del bambino) così apporta modifiche al suo modo di lavorare: comprende che la guarigione avviene  esprimendo quello che è stato represso e grazie a quel rilascio si crea lo spazio per contattare sentimenti di gratitudine e amore per se stessi e le figure genitoriali.

Nel 2000 la Primal  è diventato un lavoro intensivo di de-condizionamento dalle figure genitoriali con l’obiettivo  di riconnettere i partecipanti alla propria vera natura e alle proprie qualità essenziali, di agevolare un rappacificamento con se stessi, di acquisire maggiore consapevolezza e un più fluido contatto con il potere intrinseco nel proprio essere. Con questo approccio integrato, la libertà dal passato si ottiene attraverso la catarsi unita ad altre metodologie come bioenergetica, ipnosi, Gestalt, meditazioni, terapia del disegno ed altro.