Keli e Purnima

Keli

Il mio nome è Keli Procopio, fin da giovanissima sono stata attratta dalla ricerca del mondo interiore e dai viaggi, e spesso le due cose sono andate insieme. Ho incontrato nel mio percorso tanti Maestri e Insegnanti che mi hanno sostenuto e invitato a condividere i miei talenti e qualità sin dall’inizio della mia “carriera”. A 20 anni, il mio primo viaggio in India, mi apre alla dimensione della meditazione, qui incontro uno dei più grandi Maestri di questo secolo, Osho, e per diversi anni nella Comune a Pune, mi immergo nella partecipazione ai gruppi di crescita personale e consapevolezza del sè. Questa esperienza contribuisce enormemente alla mia formazione personale e professionale. A questo punto il percorso era tracciato, quello che più mi aveva affascinato era stato il lavoro corporeo ed emozionale, così nei primi anni ‘90 mi formo prima come professionista Shiatsu presso il Centro di Medicina Tradizionale di Milano e in seguito come formatrice BreathWork presso l’Istituto Insight, oggi Scuola di Counseling a Mediazione Corporea. In quegli stessi anni incontro Harold Dull, il creatore di Watsu, e incomincia il mio percorso acqua, che mi ha portato nel 2000, a fondare insieme ad un team di altri insegnanti/amici, la prima scuola italiana di Watsu. Attualmente nell’iter formativo professionale Watsu, insegno fino al terzo livello e sono docente dei moduli di respiro, gestione emozionale e Tantsu. Il lavoro corporeo è presto affiancato dalla Formazione Counseling, prima presso l’Istituto Insight, e recentemente frequentando presso l’Istituto IPSO (Istituto di Psicologia Somatorelazionale), il corso di aggiornamento in Counseling di Gruppo Somatorelazionale, e attualmente completando la formazione per Conduttore di Classi di Bioenergetica.

La mia crescita professionale è sempre andata di pari passo con scelte personali importanti che hanno avuto come linea guida il lavoro in team e la cooperazione: tra il 1995 e il 2015, insieme ad un gruppo di amici creo due importanti centri di meditazione e benessere, uno a Pavia, e una Comune nell’entroterra di Rimini.

Anche l’incontro con Purnima nasce con l’intento di condividere i nostri unici talenti e qualità in un’atmosfera di condivisione, collaborazione e sinergia. Ci conosciamo in un gruppo in acqua e immediatamente accade una sorta di simpatia e riconoscimento del potenziale del femminile. Due donne dalle qualità diverse che si integrano perfettamente. Le competenze di Purnima come terapista Primal, entrano in perfetta comunione con la dimensione regressiva e accogliente che offre l’acqua. L’intuizione di unire la sua con la mia professionalità, porta alla creazione del progetto Aquaprimal, un proposito in continuo divenire che ogni volta ci stupisce del suo grande potenziale.
Il mio amore per i viaggi continua a portarmi a condividere la mia professione anche in diversi paradisi tropicali collaborando con SPA di prestigio, come ad esempio ONE SOUL SPA a Bora Bora nella Polinesia Francese, dove propongo corsi di aggiornamento e formazione per gli operatori.

Posso brevemente riassumere che oggi il mio approccio professionale è focalizzato nello sperimentare vissuti collegati al respiro, alla sfera emozionale e alla meditazione, esplorando i potenziali di consapevolezza associati all’elemento acqua.
Mi sento profondamente grata di poter condividere la mia passione e le mie competenze, insieme ad amici, professionisti che stimo e con i quali poter continuamente crescere ed evolvere.

Purnima

Mi chiamo  Purnima, Federica di Giammichele, faccio formazione, crescita personale e comunicazione empatica attraverso gruppi esperienziali in grandi aziende e centri per lo sviluppo della persona.

Laureandomi in sociologia delle religioni, ho studiato tecniche che mettono insieme la ricerca spirituale, tipica dell’oriente, con la terapia psicologica occidentale. La tesi mi ha portato in India dove ho conosciuto la Primal:  Terapia incentrata sul bambino interiore, unita a meditazione e catarsi, grazie alla quale i partecipanti  hanno la possibilità di giungere ad un luogo di riconciliazione con il proprio passato.

Quello è stato l’inizio della mia seconda formazione: ho cominciato ad imparare tecniche di meditazione attiva e di mindfullnes, di lavoro sul e con il corpo. Nel 2007 ho terminato il percorso per diventare terapista di Primal ed ho cominciato ad offrire gruppi esperienziali sul potere dei condizionamenti nella vita personale e nel team . Avevo imparato l’ipnosi regressiva, la terapia della Gestalt, il metodo dell’ Encountering e anche quello dei rinforzi/riscontri positivi, il che mi permetteva di offrire lavori incentrati sul cliente e sulle specifiche situazioni.

Continuo a partecipare a corsi e training e, nell’ottica della formazione continua, ho studiato il metodo della Pnl  di Brandler e la tecnica di comunicazione non violenta di Rosemberg.

Ad un seminario in acqua calda da lei condotto, incontro Keli Procopio, trainer esperta e consulente olistica.  Questo corso non era incentrato sui temi del bambino interiore, eppure in acqua calda, in una particolare struttura proposta ai partecipanti, ho avuto l’esperienza di primal/primaria più profonda e di facile accesso che avessi mai provato. L’acqua mi aveva portato  a contattare una parte di me neonata che, con i metodi tradizionali, non avevo mai incontrato in pochissimo tempo e senza sforzo.

Per me è stata la svolta:  intuire che l’evoluzione della Primal non era finita, che il contesto storico in cui mi trovo a lavorare è molto diverso da quello in cui la Primal è nata. Negli anni settanta il motto/la necessità era rivoluzione, sperimentazione, esperienze forti, mentre oggi viviamo in un mondo in costante stato di paura e di precarietà, e la terapia d’urto può portare a resistenze se non a veri e propri shock. L’acqua come contenitore sicuro ed accogliente, scioglie queste resistenze e non provoca traumi, anzi porta a galla i vissuti in modo naturale.

Con  questa scoperta abbiamo sperimentato insieme, integrando l’approccio tradizionale del format Primal con l’acqua.

AquaPrimal Experience, con radici profonde, nasce là dove la Primal incontra l’acqua. Oggi lavoriamo insieme con entusiasmo e meraviglia. Ogni seminario è una conferma di quanto l’aggiunta di integrazioni e strutture in acqua calda alle tecniche utilizzate fino ad allora “a terra”, sia la chiave per accedere alle memorie in modo semplice e naturale, bypassando ogni resistenza.